L'arte enigmatica di Sergio Ceccotti 

I MISTERI D’ARTE DI SERGIO CECCOTTI: UNA MOSTRA ALLA HITCHCOCK

La vita enigmistica racconta i segreti dei luoghi della qutidianità

Da ieri Villa Torlonia è diventata enigmatica, grazie al pittore e incisore romano Sergio Ceccotti. Nel suggestivo Casino dei Principi, infatti, potrete ammirare fino all'11 gennaio, una straordinaria mostra sull'ambiguità che si nasconde dietro gli scenari della vita quotidiana. I quadri dai colori forti, luci e ombre scolpite, evocano influssi cinematografici “alla Hitchcock”: inquietanti enigmi si nascondono al di là di porte e finestre; familiari appartamenti, impersonali condomìni o camere d'albergo da luoghi comuni e impersonali diventato simbolici. Indizi come in un romanzo giallo che si trasformano in allarmanti segni di un mistero che non vedremo consumarsi “in scena”.

Le ottanta opere suddivise in sette sezioni ripercorrono il percorso artistico del pittore: dai quadri vicini al neocubismo degli esordi, fino al realismo magico delle ultime sue opere. Le sale rivivono tutta la suggestiva poetica ceccottiana: il tempo, lo spazio, l' erotismo e la memoria.

Le sezione dedicate alle visione urbane di Roma e Parigi impressionano: strade, viali uomini solitari e donne che scrutano, nascondono segreti della periferia cittadina, raccontando storie di quartieri diversi. Quadri originali, ai confini con la realtà della vita quotidiana che lasciano gli ammiratori in un clima di suspance, con punti di vista rialzati, persone di spalle rendendo una visione suggestiva e spiazzante dell'ambiente.

Pittore postmoderno ed originale che coniuga nell'arte visuale generi letterari, noir, cinema e fumetti, per questo sarà interessante nei giorni 4 e 30 novembre, 14 dicembre e 4 gennaio 2015 effettuare una visita guidata a cura di Cesare Biasini Selvaggi, il quale accompagnerà i più appassionati nella comprensione della novità figurativa dell'arista.

Nei mesi in cui si svolgerà la mostra, verranno proposte alcune iniziative, come l'incontro con il maestro Gasbarroni del 9 novembre alle ore 12, pensato per accompagnare con il virtuosismo della chitarra la visione dei quadri; e l'evento letterario “Visione romana” a cura dello storico d'arte Lorenzo Canova del 16 novembre ore 11.

(La mostra è organizzata da Maniero associazione culturale, promossa dall'Assessorato alla Cultura e promozione artistica-Sovraintendenza Capitolina ai Beni culturali, e si serve dei servizi museali di Zètema Progetto Cultura)(rimuovibile).

Scrivi commento

Commenti: 0