Ogni maledetto Natale

OGNI MALEDETTO NATALE

Al cinema: Alessandra Mastronardi e Alessandro Cattelan dal 27 novembre


Da quando la coppia Boldi-De Sica è scoppiata, ogni anno in questo periodo si ripete, come un mantra, lo stesso ritornello: chi vincerà la battaglia del botteghino di Natale? È un tema industriale: il sistema cinema aspetta questo periodo dell’anno in cui, alle tavolate e le partite a carte, si unisce il dibattito sul film da andare a vedere con nonna, zia, cugini, fratelli, mamma e papà. Già quando c’erano Boldi-De Sica la risposta a questa domanda era complessa: le feste piacciono alla commedia italiana.



Natale 2014 arriva nelle sale la risposta meno nazional-popolare: Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre e Luca Vendruscolo gli autori della serie culto della tv italiana, Boris, (Torre apprezzatissimo anche a teatro con il pluripremiato Qui e ora), hanno scritto e diretto Ogni maledetto Natale, in cui alla tradizionale verve italica si unisce il gusto per il sarcasmo oltre a un ensemble di attori che faranno contenti gli appassionati spettatori dei prodotti più originali degli ultimi anni: Valerio Mastandrea, Marco Giallini, Valerio Aprea, Corrado Guzzanti, Caterina Guzzanti, Francesco Pannofino, Andrea Sartoretti, Stefano Fresi e la new entry Laura Morante.



Massimo e Giulia hanno storie e vite molte diverse. Quando si incontrano però scatta il colpo di fulmine. C’è solo un problema: il Natale si avvicina minaccioso. La decisione di trascorrere le Feste con le rispettive famiglie si rivelerà un'insospettabile catastrofe dai risvolti tragicomici. Potrà il loro amore sopravvivere al Natale? Come ha spiegato Corrado Guzzanti nella conferenza stampa di presentazione «L’idea divertente è quella di vedere il Natale come una disgrazia. Quindi è come se fosse un film di Sam Raimi dove si scopre che in realtà il Natale è la festa del Demonio». Un demonio che si diverte a fare degli scherzi se è vero che tutti gli attori interpretano due ruoli nelle famiglie protagoniste di Ogni maledetto Natale: i Colardo, esponenti di un mondo arcaico, contadino, originari di una Tuscia immaginaria, che sembrano lottare contro le tenebre, e i Marinelli Lops, famiglia di miliardari che vivono in un palazzo stupendo nel centro di Roma, ma fuori dal mondo. 

Scrivi commento

Commenti: 0